La Prima Volta

Norman Fischer, Zoketsu Due giorni or sono il New York Times ha pubblicato un interessante articolo nella sua rubrica Happy Days.
Intitolato “For the Time Being” è una lunga riflessione sulla vita, l’universo e tutto quanto da parte di un monaco buddhista zen americano, lo scrittore e poeta Norman Fischer, a partire dalla sua recente esperienza di ritiro monastico.

Life is a challenge and in the welter of it all it is easy to forget who you are. Decades go by. Finally something happens. Or maybe nothing does. But one day you notice that you are suddenly lost, miles away from home, with no sense of direction. And you don’t know what to do.

Il pezzo è interessante per i suoi riferimenti al maestro Dogen, uno dei patriarchi dello zen, ed al suo testo sul tempo presente e sull’importanza di sperimentare la realtà come se fosse sempre la prima volta, ed è una lettura consigliata.

Interessante – a titolo assolutamente personale – scoprire che Fischer è anche autore di un testo che interpreta ed utilizza l’Odissea ed il personaggio di Ulisse in chiave zen; una decina di anni or sono, un nostro connazionale aveva pubblicato un volume nel quale proprio l’Odissea e il personaggio di Ulisse venivano contrapposti alla filosofia zen, giudicata una catasta di baggianate orientali.
La dice lunga sul diverso modo di avvicinarsi alla realtà.

Powered by ScribeFire.

Annunci

Blog Stats

  • 39,801 hits